Tu sei qui

Nuova modalità di presentazione delle Dichiarazioni di conformità impianti

Nuova modalità di presentazione delle Dichiarazioni di conformità impianti

Attiva da oggi la possibilità di depositare le DICO attraverso la piattaforma Scrivania del Professionista

Creato il: 20/08/2019

Aggiornato il: 07/11/2019

Nell'ambito della progressiva dematerializzazione della documentazione da presentare e con la volontà di far assumere alla piattaforma telematica Scrivania del Professionista un ruolo sempre più centrale nell'interfaccia tra l'Amministrazione e i professionisti, da oggi 20/08/2019, anche per le Dichiarazioni di conformità impianti (DICO), sarà possibile seguire un percorso di invio telematico, cercando così di ridurre il più possibile le altre modalità, quali l'invio cartaceo o l'uso delle PEC.

Sulla piattaforma Scrivania del Professionista è stata aggiunta una tipologia di pratica specifica per le Dichiarazioni di conformità impianti (DICO); dopo aver effettuato l'accesso nel menu' a destra selezionare Inviare nuove pratiche e documenti -> Nuova pratica ->  Edilizia residenziale e altre tipologie dove è stata inserita la nuova tipologia di pratica, permettendo così, previa allegazione della documentazione ritenuta essenziale dalla normativa vigente (modulo DICO, Schema dell'impianto e Relazione tipologica dei materiali), di ottenere un protocollo immediato dell'avvenuto deposito.

Si è pensato inoltre, ad una modalità di invio ancor più semplificata per agevolare i non possessori di firma digitale: è infatti possibile inviare le DICO anche in forma di scansione del documento cartaceo di conformità, sottoscritto con firma autografa dell'impiantista, accompagnato dalla scansione di un documento di riconoscimento del firmatario.

Per il Procuratore speciale del titolo edilizio che ha dato origine alle modifiche impiantistiche e quindi alla relativa presentazione della Dichiarazione di conformità degli impianti, rimane sempre aperta la possibilità di invio delle DICO mediante le ormai consolidate modalità ordinarie.



Categorie: Avvisi

Le altre novità in evidenza