Tu sei qui

Edilizia

Cambia la modalità di presentazione delle pratiche paesaggistiche e sismiche Attiva dal 5 novembre la nuova procedura su Scrivania del Professionista

Creato il: 30/10/2018

Aggiornato il: 30/10/2018

Da lunedì 5 novembre 2018 cambia il sistema di presentazione di pratiche di tipo paesaggistico e sismico previsto sulla piattaforma Scrivania del Professionista.
Facendo seguito a quanto previsto dalla L.R. 15/2013, infatti, le pratiche paesaggistiche e sismiche dovranno essere inoltrate unitamente a pratiche edilizie e non più in maniera separata.

Per inserire le suddette pratiche sarà necessario entrare all'interno delle tipologie di pratiche edilizie residenziali e non residenziali (CILA / SCIA / PdC), seguendo il percorso della Richiesta di parere / Nulla Osta / Autorizzazione o altro atto di assenso comunque denominato (trattandosi dunque di titolo edilizio ad efficacia differita).
All'accesso in Scrivania del Professionista, sotto la cartella "COMPETENZA", non sarà più visibile la voce "PAESAGGISTICA", mentre sotto la voce "SISMICA" rimarrà solo la tipologia di pratica "Sismica verifica tecnica - valutazione sicurezza delle strutture".
Per quanto riguarda gli Enti Pubblici che non sono tenuti alla presentazione di titoli edilizi (Acer, AUSL, Ferrovie dello Stato, etc.), l'inoltro di pratiche sismiche e paesaggistiche sarà possibile attraverso la nuova cartella "Riservata Enti pubblici".



Categorie: Edilizia

Approvate le nuove Schede tecniche di dettaglio del RUE

Creato il: 27/03/2018

Aggiornato il: 04/04/2018

Dal 31 marzo 2018 entrano in vigore le nuove Schede tecniche di dettaglio per la disciplina degli interventi sugli edifici, ai sensi dell'art.2 comma 4 del Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale PG N. 98332/2018 del 19/03/2018 in sostituzione di quanto precedentamente approvato con Deliberazione consiliare PG n.78437/2015
Le nuove Schede tecniche di dettaglio introducono elementi di novità in tema di contenimento dei consumi energetici, di ventilazione ed illuminamento naturale, di risparmio e riuso delle acque, di riutilizzo dei materiali inerti da demolizione. Inoltre, sono stati ridefiniti alcuni requisiti di qualità per l'organizzazione distributiva di spazi e attrezzature quali i locali interrati e seminterrati per usi non abitativi, i sottotetti a fini abitativ e le pertinenze relative al ricovero di animali domestici e da cortile.




Categorie: Edilizia

Approvata la legge di riordino della disciplina edilizia

Creato il: 16/01/2018

Aggiornato il: 27/03/2018

L'Assemblea Legislativa ha approvato la legge LEGGE REGIONALE N. 12/2017di riordino della disciplina edilizia che è entrata in vigore il primo luglio 2017:
Per i testi coordinati della LR 15/2013 e LR 23/2004, si rinvia al sito della Regione Emilia Romagna - Codice di governo del territorio
In allegato si riporta il testo della Delibera di Giunta Regionale - DGR n. 922 del 28.06.2017 a titolo  "Approvazione dell'atto regionale di coordinamento tecnico per la semplificazione e l'uniformazione in materia edilizia, ai sensi degli articoli 2-bis e 12 della legge regionale n. 15/2013". Nella suddetta DGR, con la quale sono stati aggiornati gli atti attuativi della nuova normativa, sono presenti specificamente gli Allegati relativi a:

  • Allegato I: schema di regolamento edilizio tipo;
  • Allegato II: definizioni tecniche uniformi (DTU);
  • Allegato III: ricognizione delle disposizioni incidenti sugli usi e le trasformazioni del territorio e sull'attività edilizia, aventi uniforme e diretta applicazione sul territorio regionale;
  • Allegato IV: Modulistica Edilizia Unificata.

Anche l'atto di coordinamento tecnico è efficace dal 1° luglio 2017.




Categorie: Edilizia

Su Scrivania del Professionista le nuove tipologie di CILA

Creato il: 09/01/2018

Aggiornato il: 13/02/2018

 

Da lunedì 20 novembre 2017, sulla piattaforma Scrivania del Professionista, è attiva la funzione di inoltro pratiche riguardanti le nuove CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata).
Di conseguenza, vengono oscurate e rese non più attive le "vecchie" tipologie di pratiche denominate:

  • comunicazione inizio lavori a sanatoria LR 15/2013
  • comunicazione inizio lavori LR 15/2013
  • comunicazione inizio lavori presentata in corso d'opera LR 15/2013

Quanti avessero ancora in bozza pratiche della vecchia tipologia,non possono più effettuare l'inoltro dopo la data sopraindicata.

Le precedenti tipologie di pratiche saranno sostituite dalle seguenti, appartenenti alle 2 famiglie Edilizia o Edilizia NON residenziale:

Edilizia:

  • CILA a sanatoria
  • CILA a sanatoria con opere
  • CILA con inizio lavori differito
  • CILA ordinaria
  • CILA presentata dopo l'inizio lavori


Edilizia NON residenziale:

  • CILA a sanatoria con opere - non residenziale
  • CILA con inizio lavori differito - non residenziale
  • CILA ordinaria - non residenziale
  • CILA presentata dopo l'inizio lavori - non residenziale


Categorie: Edilizia

Passano al vaglio della CQAP tutti gli interventi su edifici sotto tutela

Creato il: 09/01/2018

Aggiornato il: 13/02/2018

In recepimento della LR 12/2017 di modifica alla legge regionale di Semplificazione della Disciplina Edilizia 15/2013, tutti gli interventi "sottoposti a CILA, SCIA e Permesso di Costruire negli edifici di valore storico-architettonico, culturale e testimoniale individuati dagli strumenti urbanistici comunali, ai sensi dell'articolo A-9, commi 1 e 2, dell'Allegato della legge regionale n. 20 del 2000" sono sottoposti a parere della CQAP senza alcuna distinzione tra opere esterne o opere interne. 
Sono esclusi gli interventi già esaminati e autorizzati da parte della Soprintendenza e le autorizzazioni paesaggistiche semplificate.
Per far fronte al carico di pratiche da esaminare, le sedute della Commissione per la Qalità Architettonica e il Paesaggio verranno programmate con una frequenza maggiore.



Categorie: Edilizia