Tu sei qui

Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

Via Larga/Via dell’Industria

Creato il: 13/02/2018

Aggiornato il: 08/02/2019

Lo strumento attuativo in oggetto riguarda l'attuazione del comparto denominato intervento I-15 dalla variante al Piano Operativo Comunale (POC) Programma di Qualificazione Diffusa che ha per obiettivi la nuova costruzione di una struttura commerciale e un piccolo edificio per servizi sociali di interesse comunale.

L’area di intervento è situata al confine tra il quartiere San Vitale ed il Pilastro, a sud dello scalo ferroviario, delimitata dagli assi viari di Via Dell’Industria e via Larga. Al momento l’area risulta libera ed incolta, con al centro un rudere, probabilmente in origine un edificio colonico. Sono interessati dal progetto di riqualificazione anche un'area denominata “area ex-Igeco” entrata di recente nella disponibilità del Comune di Bologna e una porzione di area di proprietà del Comune di Bologna, attualmente destinata a deposito Comunale.

L'intervento prevede l’insediamento di due medie strutture di vendita, con una SU massima di 7.080 mq, suddivise in due sub-ambiti. In particolare, nel sub-ambito 1 sarà collocata una struttura alimentare con Superficie di Vendita di 2.499 mq, mentre nel sub-ambito 2 è prevista una struttura di vendita non alimentare per un massimo di 2.100 mq. di Superficie di Vendita, oltre ad un pubblico esercizio per la somministrazione di alimenti e bevande per complessivi 708 mq. di superficie utile, con un limite massimo del sub-ambito 2 di superficie utile di 3130 mq. Un terzo sub-ambito, la cui potenzialità edificatoria è in capo al Comune, verrà destinato a servizi sociali e di interesse generale, per una superficie utile massima pari a 1190 mq.

L'ambito nel complesso ha un'estensione di circa  44.648 mq.

Relativamente alle dotazioni territoriali è prevista la cessione di 3.412 mq di parcheggi pubblici, mentre le restanti dotazioni territoriali relative alla quota di verde pubblico pari a 4.248 mq viene monetizzata. A compensazione della monetizzazione il soggetto attuatore si impegna a realizzare un parcheggio pubblico sull'area denominata “ex-Igeco” di un'estensione di 7.244 mq, divenuta recentemente di proprietà del Comune di Bologna. Riguardo la collocazione dei parcheggi pubblici, si è ottemperato a quanto richiesto dal POC, individuando un lotto sul quale accorpare tutte le dotazioni urbanistiche necessarie, con ingressi indipendenti ed autonomi, consentendo una gestione e manutenzione più facile delle aree pubbliche e garantendone piena autonomia. Il parcheggio pubblico nel suo complesso avrà una capienza stimata di 170 posti auto.
Gli accessi all’area sono stati posti su via Larga e via dell’Industria; su via Larga, per agevolare la corretta decelerazione in ingresso al comparto, è stata ampliata la carreggiata, consentendo l'accesso ai soli veicoli provenienti dal Pilastro, e predisponendo l'allargamento a 2 corsie nei pressi della rotonda. L’accesso all’area da via Dell’Industria avverrà tramite un controviale. Sulla via dell'industria sarà inoltre previsto un impianto di semaforizzazione per l'attraversamento pedonale che collega le due fermate degli autobus.



Categoria: Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

Terracini

Creato il: 13/02/2018

Aggiornato il: 08/02/2019

L’area oggetto dell’intervento è posta nel quadrante Nord-Ovest di Bologna, nel quartiere Navile, ed è ubicata ad Est di Via Terracini e ad Ovest della Linea Ferroviaria SFM 4° Bologna-Ferrara, ed è accessibile dalla rotatoria che distribuisce le Vie Terracini e Manzi.

L’area non edificata (St = mq. 28.497) ricade in un ambito di modeste dimensioni prevalentemente produttivo, ma in prossimità del previsto insediamento del Comparto Lazzaretto in corso di attuazione sulla base dello specifico Piano Particolareggiato approvato che prevede insediamenti residenziali, terziari e universitari. A seguito di specifica variante al POC e RUE, ha assunto destinazione terziario-commerciale con presenza di servizi per la collettività.

Le aree interessate dalla definizione del PUA sono state oggetto di parziale permuta tra Comune di Bologna e Fondazione Malavasi a seguito della sottoscrizione di specifici accordi ai sensi dell’art. 18 della L.R. 20/2000 e s.m.i.
Alla Fondazione Malavasi, in sede di definizione degli Accordi, sono stati riconosciuti – con cessione in permuta – 7.360 mq di superficie utile per usi commerciali e terziari mentre l’Amministrazione Comunale ha mantenuto la proprietà di mq 2.300 di superficie utile per la realizzazione del nuovo Centro Produzione Pasti.

Il PUA prevede anche il coinvolgimento delle aree di proprietà comunale adiacenti per permettere la realizzazione delle opere idonee a garantire, in maniera adeguata ed efficace, tutti i necessari collegamenti - carrabili, pedonali e ciclabili - con la viabilità esistente e con la prevista nuova Fermata “Zanardi” del Servizio Ferroviario Metropolitano. Provvede inoltre ad individuare le dotazioni territoriali in coerenza a quanto previsto dalla specifica variante al POC:
- sono previsti mq 3.065 di parcheggio pubblico, in quantità superiore alla soglia minima prevista dall’art. 116 del RUE;
- non sono invece necessarie le restanti dotazioni territoriali di cui art. 116 del RUE. Tale quantità rientra ampiamente nella dimensione di dotazioni eccedenti i livelli minimi fissati per il piano particolareggiato della Zona Integrata di Settore R5.3 Bertalia-Lazzaretto.



Categoria: Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

Aree Annesse Sud

Creato il: 13/02/2018

Aggiornato il: 08/02/2019

Dati tecnici

143.960 mq, la superficie totale dell'area.
83.500 mq di superficie utile insediabile, di cui 58.500 mq di superficie residenziale (14.625 mq dedicati all'edilizia residenziale sociale) e 25.000 mq di superficie non residenziale.
16.920 mq di verde pubblico già realizzato (c/o Meraville).
29.550 mq di parcheggi pubblici PU.
385 mq, lotto fondiario ad usi pubblici.

 

Il POC con valore ed effetti di PUA (di seguito, POC/PUA) è stato approvato con delibera PG n. 333855/2014 dal Consiglio Comunale con ODG 357 del 15/12/2014 ed è in vigore dal 31/12/2014.

L'obiettivo del POC/PUA è la costruzione di una nuova parte di città in grado di integrare e valorizzare le funzioni esistenti e che tenga conto di un futuro collegamento col Pilastro.
Il bilancio e l’equilibrio funzionale della proposta individua nell'offerta di un mix sociale e abitativo differenziato, rispetto alla prevalenza esistente di alloggi pubblici del Pilastro, uno dei suoi punti di forza, necessario per il conseguimento di una nuova e diversa dinamica sociale e urbana. Pertanto è stato individuato come tema conduttore quello delle connessioni fra le singole parti, nonché fra le parti e il contesto, con lo scopo dichiarato di creare interazioni virtuose e perseguire l’obiettivo di rendere “urbana”, quindi complessa, questa parte di città.

Il piano individua le caratteristiche degli elementi spaziali e normativi che garantiscano il raggiungimento dei suddetti obiettivi e per questo il progetto si sofferma in particolare nella definizione delle dotazioni. Si prevede quindi una significativa quota di housing sociale: si tratta di 14.500 mq di superficie utile residenziale sociale, ma anche la realizzazione di due importanti attrezzature: una caserma dei Carabinieri, da localizzare all’interno del parco Mitilini-Moneta-Stefanini, e un plesso scolastico nido e scuola dell'infanzia, localizzato nella zona al confine fra il Pilastro, l’Ambito AAS e l’Ambito Pioppe, su terreno di proprietà comunale.



Categoria: Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

Scandellara

Creato il: 13/02/2018

Aggiornato il: 08/02/2019

Dati tecnici

60.305 mq, la superficie totale dell'area.
13.267,10 mq di superficie utile insediabile, di cui 4.221,35 mq ad affitto con canone calmierato e 904,58 mq per usi complementari alla residenza.
9.385 mq di verde.
4.593 mq di parcheggi pubblici PU

 

Il POC con valore ed effetti di PUA (di seguito, POC/PUA) è stato approvato con delibera PG n. 394109/2016 dal Consiglio Comunale con ODG 388 del 12/12/2016 ed è in vigore dal 11/01/2017.

L'obiettivo del presente Poc è la realizzazione dell'insieme delle strategie dettate dal Psc, per il recupero di un contesto degradato da anni. Con questo Poc si prevede di attivare il processo di riqualificazione dell'area e della situazione al contorno, attraverso un insieme di interventi che porteranno alla bonifica dei suoli e alla messa in opera di importanti interventi sulla viabilità esistente, fra cui il collegamento ciclabile di via Mondo.

Il Poc/Pua prevede inoltre il completamento dell'area a parco di Via del Tuscolano già interessata dal PRU n. 65 (Comparto previgente PRG R3.52*).



Categoria: Piani Urbanistici Attuativi (PUA)

Lazzaretto

Creato il: 13/02/2018

Aggiornato il: 07/02/2019

Dati Tecnici

730.000 mq, la superficie totale dell'area.
203.000 mq di superficie utile, di cui 78% usi abitativi, 13% sedi universitarie, 9% direzionali e commerciali.
10.200 mq di usi pubblici.
393.000 mq di aree per infrastrutture e attrezzature pubbliche comprendenti:
   - due grandi parchi di circa 180.000 mq di interesse urbano a ovest e a nord est dell'area e 114.400 mq di verde di vicinato;
   - 33.500 mq di aree per attrezzature pubbliche;
   - 65.500 mq di parcheggi pubblici, percorsi pedonali coperti e ciclabili.

 

Il POC con valore ed effetti di PUA (da qui in poi denominato POC/PUA) è stato approvato con delibera PG n. 427434/2017 dal Consiglio Comunale con ODG 441 del 4/12/2017 ed è in vigore dal 27/12/2017.

Il POC/PUA è stato approvato in variante al Piano Particolareggiato di iniziativa pubblica (PPIP) "R5.3 Bertalia – Lazzaretto", per ridefinire la conformazione e gli usi dei lotti A e D non più interessati dalle previsioni insediative dell'Università degli Studi di Bologna, nel rispetto dell'impianto urbanistico del Piano vigente, del suo dimensionamento in termini di superficie utile e del mix funzionale previsto. La variante, oltre a ridefinire conformazione e usi dei predetti lotti, intende stabilire criteri generali di flessibilità relativi agli usi insediabili e agli aspetti urbanistici ed edilizi degli edifici. Intende inoltre creare, le migliori condizioni possibili per favorire lo sblocco degli investimenti pubblici e privati nel comparto, rimuovendo gli impedimenti che rallentano la cantierabilità dei lotti, ridefinendo le modalità attuative complessive, i rapporti tra attuazione di blocchi edilizi e relative opere di infrastrutturazione, semplificando le norme di attuazione dei blocchi di edifici, prevedendo la realizzazione delle opere di urbanizzazione per stralci autonomi e funzionali e contenendo i costi urbanizzativi.

Al fine di assumere nella variante previsioni di assetto del Piano coerenti con gli obiettivi strategici individuati negli atti di pianificazione e al tempo stesso condivise dai soggetti interessati, è stata garantita la partecipazione degli attuatori già in fase di elaborazione della variante a mezzo incontri finalizzati a illustrarne i contenuti e raccogliere eventuali contributi, alcuni confluiti di fatto, negli accordi ex art. 18 della L.R. n. 20/2000 costituenti elaborati del presente POC.
La variante comporta anche la sottoscrizione di nuova convenzione urbanistica, che sostituirà a tutti gli effetti i precedenti accordi. L'effetto novativo della prossima convenzione non riguarderà:

- i lotti 2a e 2b poiché i relativi impegni attuativi sono contenuti nell'accordo di esecuzione Rep. n. 94004 a ministero del notaio Andrea Errani sottoscritto il 04/03/2016 tra Comune di Bologna e Ferruccio Frascari Spa;

- il Lotto 15 il cui stralcio urbanizzativo di competenza della cooperativa Murri è in corso di realizzazione in esecuzione di atto d'obbligo Rep. n. 94601/32445 del 29/06/2016 e di convenzione di esecuzione approvata con deliberazione di Giunta P.G. n. 170400/2017, Prog. n. 126/2017, del 23/05/2017, sottoscritta in data 11/07/2017;

- i lotti B, C e 3 per i quali continuano a essere vigenti gli impegni contenuti nella convenzione Rep. n. 90099 sottoscritta il 20/02/2014 tra Comune di Bologna e Università degli Studi di Bologna;

- il lotto 6a il cui stralcio urbanizzativo di competenza della Zagnoni Costruzioni srl è in corso di realizzazione in esecuzione della convenzione di esecuzione Rep. 97450/34080 a ministero del notaio Errani, sottoscritta in data 06/04/2018.

 

Ad oggi, invece, sono state stipulate le convenzioni con effetto novativo, relative al POC/PUA in variante con i seguenti soggetti attuatori:

- per il lotto 6ter convenzione urbanistica Rep. 97573/34150 sottoscritta fra Comune di Bologna e Costruzioni E. Dallacasa srl in data 09/05/2018 e convenzione di esecuzione Rep. 97599/34166 stipulata in data 17/05/218;

- per i lotti 1a, 1b, 1c convenzione urbanistica Rep. 97713/34224 sottoscritta fra Comune di Bologna e Costruzioni Edili Zucchini spa in data 12/06/2018;

- per i lotti 10a bis e 16a convenzione urbanistica Rep. 36149/23335 sottoscritta fra Comune di Bologna ed Emiliana srl in data 03/08/2018;

- per il lotto 4a convenzione urbanistica Rep. 98058/34429 sottoscritta fra Comune di Bologna e Finanziaria Bologna metropolitana spa in data 21/09/2018.

 



Categoria: Piani Urbanistici Attuativi (PUA)