Tu sei qui

Edilizia

Approvate le nuove Schede tecniche di dettaglio del RUE

Creato il: 27/03/2018

Aggiornato il: 04/04/2018

Dal 31 marzo 2018 entrano in vigore le nuove Schede tecniche di dettaglio per la disciplina degli interventi sugli edifici, ai sensi dell'art.2 comma 4 del Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE), approvate con Deliberazione del Consiglio Comunale PG N. 98332/2018 del 19/03/2018 in sostituzione di quanto precedentamente approvato con Deliberazione consiliare PG n.78437/2015
Le nuove Schede tecniche di dettaglio introducono elementi di novità in tema di contenimento dei consumi energetici, di ventilazione ed illuminamento naturale, di risparmio e riuso delle acque, di riutilizzo dei materiali inerti da demolizione. Inoltre, sono stati ridefiniti alcuni requisiti di qualità per l'organizzazione distributiva di spazi e attrezzature quali i locali interrati e seminterrati per usi non abitativi, i sottotetti a fini abitativ e le pertinenze relative al ricovero di animali domestici e da cortile.




Categorie: Edilizia

Approvata la legge di riordino della disciplina edilizia

Creato il: 16/01/2018

Aggiornato il: 27/03/2018

L'Assemblea Legislativa ha approvato la legge LEGGE REGIONALE N. 12/2017di riordino della disciplina edilizia che è entrata in vigore il primo luglio 2017:
Per i testi coordinati della LR 15/2013 e LR 23/2004, si rinvia al sito della Regione Emilia Romagna - Codice di governo del territorio
In allegato si riporta il testo della Delibera di Giunta Regionale - DGR n. 922 del 28.06.2017 a titolo  "Approvazione dell'atto regionale di coordinamento tecnico per la semplificazione e l'uniformazione in materia edilizia, ai sensi degli articoli 2-bis e 12 della legge regionale n. 15/2013". Nella suddetta DGR, con la quale sono stati aggiornati gli atti attuativi della nuova normativa, sono presenti specificamente gli Allegati relativi a:

  • Allegato I: schema di regolamento edilizio tipo;
  • Allegato II: definizioni tecniche uniformi (DTU);
  • Allegato III: ricognizione delle disposizioni incidenti sugli usi e le trasformazioni del territorio e sull'attività edilizia, aventi uniforme e diretta applicazione sul territorio regionale;
  • Allegato IV: Modulistica Edilizia Unificata.

Anche l'atto di coordinamento tecnico è efficace dal 1° luglio 2017.




Categorie: Edilizia

Su Scrivania del Professionista le nuove tipologie di CILA

Creato il: 09/01/2018

Aggiornato il: 13/02/2018

 

Da lunedì 20 novembre 2017, sulla piattaforma Scrivania del Professionista, è attiva la funzione di inoltro pratiche riguardanti le nuove CILA (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata).
Di conseguenza, vengono oscurate e rese non più attive le "vecchie" tipologie di pratiche denominate:

  • comunicazione inizio lavori a sanatoria LR 15/2013
  • comunicazione inizio lavori LR 15/2013
  • comunicazione inizio lavori presentata in corso d'opera LR 15/2013

Quanti avessero ancora in bozza pratiche della vecchia tipologia,non possono più effettuare l'inoltro dopo la data sopraindicata.

Le precedenti tipologie di pratiche saranno sostituite dalle seguenti, appartenenti alle 2 famiglie Edilizia o Edilizia NON residenziale:

Edilizia:

  • CILA a sanatoria
  • CILA a sanatoria con opere
  • CILA con inizio lavori differito
  • CILA ordinaria
  • CILA presentata dopo l'inizio lavori


Edilizia NON residenziale:

  • CILA a sanatoria con opere - non residenziale
  • CILA con inizio lavori differito - non residenziale
  • CILA ordinaria - non residenziale
  • CILA presentata dopo l'inizio lavori - non residenziale


Categorie: Edilizia

Passano al vaglio della CQAP tutti gli interventi su edifici sotto tutela

Creato il: 09/01/2018

Aggiornato il: 13/02/2018

In recepimento della LR 12/2017 di modifica alla legge regionale di Semplificazione della Disciplina Edilizia 15/2013, tutti gli interventi "sottoposti a CILA, SCIA e Permesso di Costruire negli edifici di valore storico-architettonico, culturale e testimoniale individuati dagli strumenti urbanistici comunali, ai sensi dell'articolo A-9, commi 1 e 2, dell'Allegato della legge regionale n. 20 del 2000" sono sottoposti a parere della CQAP senza alcuna distinzione tra opere esterne o opere interne. 
Sono esclusi gli interventi già esaminati e autorizzati da parte della Soprintendenza e le autorizzazioni paesaggistiche semplificate.
Per far fronte al carico di pratiche da esaminare, le sedute della Commissione per la Qalità Architettonica e il Paesaggio verranno programmate con una frequenza maggiore.



Categorie: Edilizia