Tu sei qui

Urbanistica

Rilascio certificato di destinazione urbanistica

Creato il: 09/11/2017

Il certificato serve ad attestare le previsioni degli strumenti urbanistici vigenti, con riferimento agli immobili oggetto di richiesta.
Può essere richiesto dal proprietario o altro soggetto interessato ad atti inerenti a transizioni immobiliari, rogiti, successioni, stime, ecc. di terreni o di edifici.
Consiste in una dichiarazione firmata dal Dirigente delegato dal Sindaco e ha validità di un anno dalla data del rilascio, salvo modificazioni degli strumenti urbanistici.
Se specificatamente richiesto, possono essere indicati nel certificato gli eventuali vincoli gravanti sull'immobile.
Per particolari esigenze (contenziosi legali, fiscali, ecc.) possono essere richieste certificazioni attestanti le previsioni urbanistiche riferite a specifiche date o periodi temporali del passato
In ottemperanza al D.Lgs. 7 marzo 2005 n. 82 “Codice dell'Amministrazione Digitale”, vigente dal 14 settembre 2016, i certificati di destinazione urbanistica vengono predisposti informaticamente e sottoscritti digitalmente, a fronte di qualsiasi tipo di richiesta.
Alle richieste cartacee, consegnate allo Sportello Unico per l'Edilizia, farà seguito il rilascio di una copia conforme cartacea (art. 23 del Codice dell'Amministrazione Digitale) del certificato originale informatico sottoscritto digitalmente, il quale sarà correttamente conservato in archivio digitale.
Si precisa che, in caso di mancato rilascio del certificato nel termine di 30 giorni dalla presentazione della domanda, lo stesso può essere sostituito da una dichiarazione dell'interessato attestante l'avvenuta presentazione della domanda, nonché la destinazione urbanistica degli immobili secondo gli strumenti vigenti o adottati. La destinazione urbanistica può essere accertata presso lo Sportello Edilizia

Documentazione da presentare:
- Modulo Richiesta CDU, compilato in ogni sua parte
Dichiarazione di assolvimento imposta di bollo, resa utilizzando l'apposito modulo
- Copia estratto di mappa catastale - senza delimitazione dell'area - in scala 1:2000 (se l'interessato non ne fosse già in possesso, può rivolgersi all'Ufficio Catasto - Piazza Malpighi n. 19
- Ricevuta di pagamento dei diritti di segreteria da effettuarsi mediante versamento in conto corrente postale o bonifico bancario (vai alla pagina "Diritti di segreteria, costi e tariffe)

Per quanto riguarda il trattamento dei dati personali, si veda la relativa Informativa per il trattamento dati personali.



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 30 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

Due marche da bollo da 16,00 euro oltre diritti di segreteria (consulta l'apposita sezione)

Esenzioni:
I diritti di segreteria non sono dovuti per istanze presentate da Enti locali e amministrazioni dello Stato, ai sensi del RUE- Disposizioni tecnico organizzative VI.2."diritti di segreteria" punto 3 "esenzioni".
I documenti in esenzione dal pagamento dell'imposta di bollo sono esclusivamente quelli previsti dalla Tabella - Allegato B, del D.P.R. 26.10.1972 n. 642.
Qualora il certificato debba essere allegato a denuncia di successione, sia la domanda che il certificato stesso sono esenti da bollo ( art. 14 della Tabella - Allegato B, D.P.R. 26.10.1972 n. 642).



Indicazioni su dove rivolgersi:

La richiesta del certificato va presentata in modalità telematica, attraverso la piattaforma Scrivania del Professionista oppure inviando la richiesta e relativa documentazione sottoscritta digitalmente all'indirizzo urbanistica@pec.comune.bologna.it
Trattandosi di procedimento telematico, il richiedente riceverà il certificato richiesto, nonché le eventuali comunicazioni che si rendessero necessarie nel corso dell'istruttoria, a mezzo pec all'indirizzo indicato al momento dell'inserimento della richiesta.

La richiesta e relativa documentazione cartacea possono essere consegnate manualmente allo Sportello Unico per l'edilizia

Per informazioni:
Settore Piani e Progetti Urbanistici - Ufficio di Direzione – Piazza Liber Paradisus 10 – 40129 Bologna - tel. 051-2195432



Responsabile:

U.I Gestione Urbanistica del Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana
Responsabile del procedimento per. ind. Claudio Bolzon - Piazza Liber Paradisus 10 - Torre A - 40129 Bologna 9 piano - stanza 921 - fax: 051/219.3798 e-mail: claudio.bolzon@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
D.P.R. 380/2001 "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia", art. 30 commi 2 e 3
L.R. n. 23/2004 articolo 12, come modificato dalla L.R. n. 12/2017 (Lottizzazione abusiva)
D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 “Codice dell'Amministrazione Digitale




Accesso agli atti depositati presso il Settore Piani e Progetti Urbanistici

Creato il: 17/10/2017

L'accesso agli atti consiste nel diritto di prendere visione o di ottenere copia di documenti amministrativi (con le eccezioni previste a livello normativo) materialmente esistenti al momento della richiesta e detenuti alla stessa data da una pubblica amministrazione.

Per "documento amministrativo" s'intende (ai sensi dell'art.22 L.241/1990) "… ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie di atto, anche interno o non relativo ad uno specifico procedimento, detenuto da una pubblica amministrazione e concernente attività di pubblico interesse...".

In particolare, il servizio qui descritto, consiste nella messa a disposizione esclusivamente di documentazione attinente previsioni urbanistiche.



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 30 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

Per ottenere copia di documenti amministrativi è necessario il pagamento dell'importo dovuto a titolo di diritti di segreteria, mentre i costi di riproduzione del materiale di interesse sono da pagare presso la copisteria.

 

Documentazione da presentare:

  • Modulo di richiesta compilato in ogni sua parte;
  • copia del documento di identità valido del richiedente (solo se il modulo non è sottoscritto digitalmente);
  • delega/procura e fotocopia del documento di identità valido del delegante, in caso di richiesta presentata da un delegato/procuratore dell'interessato;
  • ricevuta di pagamento dei diritti di segreteria, da effettuarsi mediante versamento in conto corrente postale o bonifico bancario (vai alla pagina "Diritti di segreteria, costi e tariffe)

 

Per quanto riguarda il trattamento dei dati personali, si veda la relativa Informativa per il trattamento dati personali.



Indicazioni su dove rivolgersi:

Per informazioni:

Ufficio di Direzione – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 40129 Bologna– tel. 051 219 5820

La richiesta di accesso, indirizzata al Settore Piani e Progetti Urbanistici e corredata dalla relativa documentazione, può essere inviata:

  • con email o PEC all’indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it
  • per posta raccomandata al Settore Piani e Progetti Urbanistici - Protocollo Urbanistica - Piazza Liber Paradisus n. 10 – Torre A – 3° piano - 40129 Bologna.

Se la richiesta riguarda la sola visione di documenti, questa sarà effettuata presso gli uffici del Settore Piani e Progetti Urbanistici previa convocazione all'appuntamento, che sarà inviata all’indirizzo email/Pec indicato del richiedente.

La consegna delle copie di atti ed elaborati richiesti potrà avvenire:

  • in via telematica, con spedizione del materiale all’indirizzo e-mail o Pec indicato dal richiedente;
  • presso gli uffici del Settore Piani e Progetti Urbanistici, su appuntamento;
  • presso la copisteria incaricata, nel caso di copia di documentazione come elaborati e/o documenti a colori (costi di riproduzione a carico del richiedente)


Responsabile:

Dipartimento Riqualificazione Urbana
Settore Piani e Progetti Urbanistici
Responsabile del procedimento è il Direttore del Settore Piani e Progetti Urbanistici: Arch. Francesco Evangelisti


Normativa di riferimento:

  • Legge 241/90 e successive modificazioni, "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi";
  • DPR 445/2000, "Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa";
  • Regolamento del diritto di accesso del Comune di Bologna (OdG 274 del 18/09/2017)



Modifica convenzione Pua

Creato il: 09/11/2017

Il Piano Urbanistico Attuativo (PUA) è uno strumento di governo del territorio di dettaglio per attuare interventi di nuova urbanizzazione o di riqualificazione di parte del territorio cittadino, previsti dal Piano Operativo Comunale (POC) di riferimento: è regolato da una convenzione urbanistica che vincola gli attuatori alla realizzazione delle opere di urbanizzazione previste ed alla cessione delle relative aree, a scomputo parziale o totale degli oneri relativi. E' sottoscritta dai soggetti attuatori e dal Comune, disciplina, fra l'altro, modalità di attuazione, tempistica degli interventi previsti e definisce il termine ultimo di scadenza per la conclusione dei lavori.
La convenzione può essere modificata a fronte di imprevisti in corso d'opera che comportino ritardi nell'ultimazione degli interventi, non imputabili all'inerzia degli attuatori, di modifiche progettuali rese necessarie da prescrizioni provenienti da soggetti preposti, ad esempio, alla salvaguardia ambientale, di integrazioni alle clausole negoziali pattuite originariamente.
In particolare, il Comune può concedere la proroga della validità della convenzione urbanistica in forza delle valutazioni contenute nella deliberazione consiliare OdG n. 102 del 18/3/13 e nei casi in cui non sussistano i requisiti per l'applicazione dell'art. 30, comma 3bis del Decreto "Del fare" (D.L. 69/13 convertito in L. 98/13) che ha introdotto un meccanismo di proroga automatica triennale delle convenzioni urbanistiche stipulate fino al 31/12/2013 (e dei relativi titoli edilizi).

Documentazione da presentare:
Istanza in bollo di proroga debitamente sottoscritta dagli attuatori del PUA con timbro nel caso di persona giuridica;
- autocertificazione ex DPR 445/2000 relativa all'assolvimento dell'imposta di bollo debitamente sottoscritta dai proprietari/aventi titolo in forma digitale, con timbro nel caso di persona giuridica (Copia cartacea dell'istanza e dell'autodichiarazione bollata andranno conservate a cura del richiedente a fini di eventuali controlli);
- contratto di compravendita delle aree/immobili interessate/i dalla realizzazione del Piano che attesti la titolarità dei soggetti richiedenti, nel caso in cui gli istanti siano diversi dai sottoscrittori della convenzione urbanistica originaria (eventuale);
- atto notarile di scissione e/o fusione e/o incorporazione di azienda o rami di azienda, che attesti il passaggio di proprietà, nello stesso caso, se persona giuridica (eventuale);
- attestato di pagamento diritti di segreteria (all'atto della sottoscrizione della convenzione urbanistica).
 



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 90 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

Marca da bollo da 16,00 euro oltre diritti di segreteria (consulta l'apposita sezione)



Indicazioni su dove rivolgersi:

La richiesta di modifica della convenzione urbanistica è indirizzata al Settore Piani e Progetti Urbanistici e presentata attraverso pec al seguente indirizzo urbanistica@pec.comune.bologna.it 

Per informazioni:
Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 40129 Bologna 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149 - e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it
Orari di ricevimentosu appuntamento



Responsabile:

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
L. 1150/1942
LR 20/2000 Allegato A-26 comma 4
Delibera del Consiglio Comunale OdG. n. 102 del 18/3/13




PUA di iniziativa privata

Creato il: 09/11/2017

Il Piano Urbanistico Attuativo (PUA) è uno strumento di governo del territorio di dettaglio per attuare interventi di nuova urbanizzazione o di riqualificazione di parte del territorio cittadino, previsto dal Piano Operativo Comunale (POC) di riferimento. 
E' costituito da elaborati grafici, relazioni e dalla proposta di convenzione urbanistica che disciplina tutti gli obblighi che il proponente si assume all'atto della sua sottoscrizione. Il PUA assume i contenuti di Piano Particolareggiato (PP) o di Piano di Recupero (PdR). Per la descrizione di questo procedimento si fa espresso riferimento al Capo II.2 delle Disposizioni Tecnico-Organizzative (DTO) complemento al Regolamento Urbanistico Edilizio e sua variante normativa vigente, come previsto dall’ art. 81 del medesimo Regolamento.

Documentazione da presentare: 
- Istanza di approvazione in bollo debitamente sottoscritta a) dai proponenti il PUA con timbro nel caso di persona giuridica, b) dai progettisti laureati con timbro dell'albo/ordine professionale di appartenenza;
- autocertificazione ex DPR 445/2000 relativa alla titolarità ad intervenire nel procedimento corredata di fotocopia di documento di identità valido del/dei dichiaranti e procura speciale se soggetto terzo (eventuale);
- autocertificazione ex DPR 445/2000 relativa all'assolvimento dell'imposta di bollo debitamente sottoscritta dai proprietari/aventi titolo in forma digitale, con timbro nel caso di persona giuridica;
- tutti gli elementi ed elaborati costituenti il progetto degli interventi sottoscritti dal proponente avente titolo e dal/i tecnico/i progettista/i laureato/i in formato digitale o in formato cartaceo (1 copia). Il formato cartaceo dovrà essere corredato da un supporto informatico (1 cd), in sola lettura e non modificabile (pdf), firmato digitalmente dagli stessi soggetti;
- attestato di pagamento diritti di segreteria (a lato della sottoscrizione della convenzione urbanistica).



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 240 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

Marca da bollo dell'istanza di euro 16,00 oltre oneri e diritti di segreteria (consulta l'apposita sezione)



Indicazioni su dove rivolgersi:

La richiesta di approvazione di un PUA di iniziativa privata e la relativa documentazione che lo costituisce è indirizzata al Settore Piani e Progetti Urbanistici e presentata attraverso pec al seguente indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it oppure direttamente presso la sede del Settore Piani e Progetti Urbanistica – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 3° piano – stanza n. 345 (Ufficio Protocollo) – tel. 051 2193694.

Per informazioni:
Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 40129 Bologna 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149 - e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it
Orari di ricevimentosu appuntamento



Responsabile:

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
Disposizioni tecnico organizzative e RUE
LR 20/2000 artt.5 e 35




Recesso anticipato dai vincoli convenzionali relativi alla determinazione del corrispettivo da versare per la cessione dei diritti immobiliari (in proprietà) alloggi convenzionati

Creato il: 09/11/2017

La legge 12 luglio 2011 n. 106, al fine di agevolare il trasferimento dei diritti immobiliari relativamente agli alloggi di edilizia convenzionata ha modificato l’art. 31 della L. 448/98 aggiungendo a detto articolo i commi 49 bis e 49 ter.
In particolare il comma 49 bis prevede la possibilità per gli attuali proprietari di alloggi di rimuovere i vincoli relativi alla determinazione del prezzo massimo di cessione e del canone degli alloggi medesimi e relative pertinenze, dopo che siano decorsi 5 anni dal primo trasferimento, con la stipulazione in forma pubblica di una convenzione e il pagamento al Comune di un corrispettivo.
Per maggiori informazioni sugli adempimenti da espletare si rimanda all'apposita scheda informativa ed allo schema di convenzione tipo approvato con determinazione dirigenziale PG n. 71608/15.

Documentazione da presentare:
- Istanza in bollo debitamente sottoscritta dal richiedente, con timbro nel caso di persona giuridica, corredata di documento di identità valido.
- copia dell’atto di acquisto dell’immobile comprensivo di planimetria catastale dell’alloggio e relative pertinenze 

Nel caso in cui vi sia stata l'erogazione di un finanziamento pubblico regionale per l'acquisto dell'abitazione, il richiedente è tenuto, preliminarmente alla presentazione dell'istanza al Comune di Bologna, a verificare con il competente ufficio regionale (Servizio Qualità Urbana e Politiche Abitative) se l'alienazione anticipata dell'abitazione, in applicazione della delibera della Giunta Regionale n. 411/03, è o non è subordinata al rilascio della prescritta autorizzazione regionale ed al contestuale versamento del corrispettivo dovuto alla Regione medesima. In caso affermativo il richiedente deve presentare istanza alla Regione Emilia-Romagna per quanto di competenza.
Per maggiori informazioni si rimanda direttamente alla Sezione Politiche Abitative della Regione Emilia-Romagna

 

 



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 30 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

L’istanza prevede il costo esclusivo del bollo a carico del richiedente. 



Indicazioni su dove rivolgersi:

La richiesta di recesso anticipato corredata della documentazione prevista può essere presentata con e-mail o PEC al seguente indirizzo urbanistica@pec.comune.bologna.it oppure direttamente presso l'ufficio afferente all' U.I. Coordinamento Giuridico - Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 9° piano – stanza n. 912 – tel. 051 2193353 - al quale ci si potrà rivolgere anche per informazioni
Orari di ricevimentosu appuntamento

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
Deliberazione del Consiglio Comunale OdG n. 88/13 
Deliberazione della Giunta Comunale Prog. n. 263/13
Determinazione Dirigenziale PG n. 71608/15
L. 448/98 art. 31, commi 49bis e 49ter introdotti dalla L. 106/11
DPR 380/01 
L. 14/12
Deliberazione della Giunta Regionale n. 411 del 17/3/03




Ripartizione annuale fra gli enti religiosi del 7% degli oneri di urbanizzazione secondaria introitati, a seguito di avvisi pubblici

Creato il: 09/11/2017

Con deliberazione consiliare n. 849 del 4 marzo 1998 la Regione Emilia Romagna ha approvato l’aggiornamento delle indicazioni procedurali per l’applicazione degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria stabilendo nel contempo che l’incidenza sugli oneri di urbanizzazione secondaria per le chiese e altri edifici adibiti a servizi religiosi sia pari al 7% del totale (punto 1.4 “Scomposizione degli oneri”).
Con la stessa deliberazione la Regione ha disciplinato gli adempimenti in carico ai Comuni in ordine alla destinazione dei proventi soprarichiamati, stabilendo che il riparto della quota percentuale del 7% avvenga d’intesa con gli Enti religiosi istituzionalmente competenti e che i contributi vengano destinati all’acquisizione di aree previste dagli strumenti urbanistici vigenti per chiese e altri servizi religiosi, ovvero al rimborso di spese documentate per per l’acquisizione di dette aree e inoltre, ad interventi per la costruzione ed il ripristino di attrezzature religiose con particolare riferimento ai valori monumentali e storici (punto 2 “Adempimenti comunali e loro termini”) intendendosi per attrezzature religiose “gli edifici per il culto e le opere parrocchiali, gli istituti religiosi educativi ed assistenziali per bambini ed anziani, le attrezzature per attività culturali, ricreative e sportive”.
Il Comune di Bologna, in ottemperanza alla deliberazione regionale, destina annualmente la quota pari al 7% dei proventi riscossi nell’anno precedente a titolo di oneri di urbanizzazione secondaria alla voce “chiese ed altri edifici per servizi religiosi” il cui riparto fra gli enti religiosi interessati è disciplinato sulla base di criteri stabiliti dalla Giunta Comunale, nel corso degli anni, con proprie deliberazioni di cui la più recente è la Prog. N. 222 del 30/9/14 - PG n. 266215/14.
Annualmente, con determinazione dirigenziale, viene approvato un bando pubblico il cui schema viene allegato.

Documentazione da presentare:
- Modulo di richiesta



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 90 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

L’istanza non prevede costi a carico del richiedente



Indicazioni su dove rivolgersi:

Per informazioni: 
Ufficio di Direzione – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 40129 Bologna 
9° piano – stanza n. 907 tel. 051 2193363
Orari di ricevimentosu appuntamento

La richiesta scritta, indirizzata al Settore Piani e Progetti Urbanistici e corredata della documentazione prevista laddove non già in possesso dell'ufficio competente, può essere inviata per e-mail o Posta Elettronica Certificata all’ indirizzo urbanistica@pec.comune.bologna.it, oppure presentata direttamente presso la sede del Settore Piani e Progetti Urbanistici - Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 9° piano – stanza 907



Responsabile:

Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana
Il Responsabile del procedimento è il Direttore del Settore Piani e Progetti Urbanistici Arch. Francesco Evangelisti

Normativa di riferimento:
Deliberazione del Consiglio Regionale n. 849/98
Delibera di Giunta Prog. N. 222 del 30/9/14 - PG n. 266215/14
Legge 1150/42 (c.d. legge urbanistica) che ha considerato l’edilizia di culto un’ “opera pubblica” da inserire all’interno dei Piani Regolatori Comunali 
Legge 847/64 art. 4, comma 2, che ha individuato “chiese ed altri edifici religiosi” come opere di urbanizzazione secondaria
Legge 222/85 che prevede “che gli impegni finanziari per la costruzione di edifici di culto cattolico e delle pertinenti opere parrocchiali sono determinati dalle autorità civili competenti secondo le disposizioni delle leggi 22 ottobre 1971, n. 865, e 28 gennaio 1977, n. 10, e successive modificazioni” 
DPR 380/01 art. 16, comma 8, (che sostituisce la L. 10/77) conferma e stabilisce che gli oneri di urbanizzazione secondaria sono relativi anche a chiese ed edifici religiosi
Legge 206/03 che considera a tutti gli effetti “opere di urbanizzazione secondaria, quali pertinenze degli edifici di culto, gli immobili e le attrezzature fisse destinate alle attività di oratorio e similari dagli enti ecclesiastici della Chiesa cattolica, nonché dagli enti delle altre confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato un’ intesa ai sensi dell’ art. 8, terzo comma, della Costituzione, ferme restando le competenze delle Regioni e degli Enti Locali in materia”




Svincolo parziale fideiussioni a garanzia della realizzazione di opere di urbanizzazione

Creato il: 09/11/2017

La normativa urbanistica-edilizia vigente prevede che, a scomputo parziale o totale della quota dovuta dal privato per il pagamento degli oneri di urbanizzazione da corrispondere al Comune nell' ambito dell'attuazione di un piano particolareggiato (PUA) o di un intervento edilizio diretto convenzionato previsti in un POC, l'interessato possa obbligarsi a realizzare direttamente le opere di urbanizzazione previste. 
A garanzia della ottemperanza a tali obblighi, l'attuatore sottoscrive una convenzione o atto d'obbligo con il Comune di Bologna, e costituisce una fideiussione bancaria (o polizza assicurativa) a favore dell' Ente medesimo, il cui importo viene ridotto proporzionalmente allo stato di avanzamento dei lavori (opere di urbanizzazione) su richiesta. 

Documentazione da presentare:
- Modulo di richiesta



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 180 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

L’istanza non prevede costi a carico del richiedente



Indicazioni su dove rivolgersi:

La richiesta è indirizzata al Settore Piani e Progetti Urbanistici ed è presentata attraverso pec al seguente indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it

Per informazioni: 
Ufficio di Direzione – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 40129 Bologna - 9° piano – stanza n. 909 - tel. 051 2193350
Orari di ricevimentosu appuntamento 



Responsabile:

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

 

Normativa di riferimento
Legge 1150/42 (c.d. legge urbanistica) art. 28 (Lottizzazione aree), comma 5
DPR 380/01 art. 16 comma 2
RUE - Art. 102
LR 20/2000 e sue modifiche ed integrazioni, art. A-26 comma 4 e 4/bis
Delibera consiliare OdG 223 del 12 maggio 2014 – PG n. 117730/14: art. 5 (Garanzie) del Regolamento, art 18 (Garanzie) e art. 20 (Riduzione e svincolo delle fideiussioni) della convenzione urbanistica
 




Accertamento requisiti soggettivi assegnatari, acquirenti e locatari di alloggi fruenti di contributi pubblici

Creato il: 09/11/2017

In base alle disponibilità dei fondi del proprio bilancio o provenienti dal bilancio statale, la Regione promuove periodicamente programmi di edilizia agevolata per ampliare l'offerta di abitazioni in locazione a canone ridotto, l'acquisto della prima casa di abitazione e per finanziare interventi di manutenzione e recupero del patrimonio edilizio esistente.
I destinatari dei contributi sono i Comuni e operatori privati, quali cooperative di abitazione, imprese di costruzione, fondazioni, società di scopo, onlus, che effettuano interventi di costruzione o recupero edilizio di alloggi destinati unicamente ad uso abitativo.
Per ogni programma la Regione, con propria deliberazione e bando relativo, indica la tipologia di alloggi da realizzare (locazione permanente, locazione a termine, locazione con proprietà differita, acquisto), definisce le procedure amministrative e finanziarie da seguire e i requisiti che devono possedere i destinatari degli alloggi.
L'accesso agli alloggi finanziati dalla Regione è subordinato alla verifica del possesso dei requisiti soggettivi tra i quali è compreso il limite di reddito familiare il cui livello è periodicamente aggiornato.

 

Documentazione da presentare:
La documentazione perviene al Comune non direttamente dal richiedente ma dal costruttore o soggetto delegato dal costruttore alla gestione dell'assegnazione degli alloggi. Tale documentazione varia a seconda dei programmi finanziati dalla regione e quindi delle deliberazioni e dei bandi ad essi correlati.
La sussistenza dei requisiti soggettivi può essere accertata mediante verifica a campione a cura del Comune.



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 30 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

Il procedimento non prevede costi a carico del richiedente



Indicazioni su dove rivolgersi:

Per informazioni:
presso l'ufficio afferente all' U.I. Coordinamento Giuridico - Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 9° piano – stanza n. 912 – tel. 051 2193353 
Orari di ricevimentosu appuntamento



Responsabile:

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
LR 24/2001




Controllo a campione SCIA

Creato il: 09/11/2017

Il procedimento del controllo a campione delle SCIA e delle Segnalazioni certificate di agibilità si inserisce nel contesto degli strumenti di governo del territorio, in relazione ai Piani Urbanistici Attuativi (PUA) e titoli abilitativi convenzionati
Il campionamento dei depositi edilizi per interventi soggetti a RUE (intervento edilizio diretto) avviene sulla totalità delle pratiche depositate con le modalità e nei casi previsti dalla L.R. 15/13, come definto dalla Delibera della Giunta Regionale n. 76/14 

Vai qui per Consultare le pratiche campionate 



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 30 giorni

Indicazioni su dove rivolgersi:

Per informazioni ci si può rivolgere al Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it
Orari di ricevimento: su appuntamento
 



Responsabile:

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
DPR 380/01
LR 23/04
LR15/13 contenente anche il testo della Delibera della Giunta Regionale n. 76/14




Convenzioni per la determinazione del prezzo iniziale di cessione degli alloggi (PICA) di edilizia residenziale

Creato il: 09/11/2017

Come strumento di governo del territorio di dettaglio volto ad attuare interventi di nuova urbanizzazione o di riqualificazione di parte del territorio cittadino previsti dal Piano Operativo Comunale (POC) di riferimento, il Piano Urbanistico Attuativo (PUA) può prevedere la destinazione di una quota di potenzialità edificatoria residenziale privata ad edilizia convenzionata, nell'ambito delle sue previsioni ed attuazione.
Pertanto, preliminarmente al rilascio del permesso di costruire, gli attuatori del piano sottoscrivono con il Comune di Bologna una convenzione, ai sensi degli artt. 17 e 18 del DPR 380/2001 che determina prioritariamente i prezzi iniziali di cessione e i canoni di locazione degli alloggi (PICA), nonché i criteri ed i parametri relativi alle caratteristiche tipologiche e costruttive degli alloggi. 

Documentazione da presentare: 
- Istanza in bollo debitamente sottoscritta dai proponenti aventi titolo, con timbro nel caso di persona giuridica, corredata di documento di identità valido del richiedente o procura speciale.(scarica il Modulo di istanza )
- tutti gli elementi ed elaborati costituenti il progetto degli interventi sottoscritti dal proponente avente titolo e dal/i tecnico/i progettista/i laureato/i in formato digitale o in formato cartaceo (1 copia). Il formato cartaceo dovrà essere corredato da un supporto informatico (1 cd), in sola lettura e non modificabile (pdf), firmato digitalmente dagli stessi soggetti;
- attestato di pagamento oneri di urbanizzazione secondaria (U2);
- rogito di acquisto dell'area;
- attestato di pagamento diritti di segreteria (all'atto della sottoscrizione della convenzione);
- autodichiarazione ex DPR 445/2000 relativa all'assolvimento dell'imposta di bollo debitamente sottoscritta dai proprietari/aventi titolo in forma digitale, con timbro nel caso di persona giuridica (nel caso di presentazione della istanza in formato digitale). (scarica il Modulo di autodichiarazione)



Categorie: Urbanistica

Tempi di rilascio del procedimento: 90 giorni

Costo procedimento e modalità di pagamento:

Marca da bollo dell' istanza di euro 16,00 oltre oneri e diritti di segreteria (consulta l'apposita sezione)



Indicazioni su dove rivolgersi:

La richiesta, corredata della documentazione prevista, è indirizzata al Settore Piani e Progetti Urbanistici e può essere presentata:
attraverso pec al seguente indirizzo: protocollogenerale@pec.comune.bologna.it, oppure direttamente al Settore medesimo - Ufficio Protocollo - Piazza Liber Paradisus 10 - 40129 Bologna – Torre A – 3° piano - tel. 051 2193694

Per informazioni:
Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 – Torre A – 40129 Bologna 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149 - e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it
Orari di ricevimentosu appuntamento



Responsabile:

U.I. Pianificazione Attuativa - Settore Piani e Progetti Urbanistici - Dipartimento Riqualificazione Urbana 
Responsabile del procedimento Dott. Davide Fornalè – Piazza Liber Paradisus 10 40129 Bologna,  Torre A – 3° piano – stanza n. 337 - tel. 051 2194149, e-mail: davide.fornale@comune.bologna.it

Normativa di riferimento:
LR 20/2000 art. 7 bis, art 30 comma 2 lett e/bis, allegato A-6bis, allegato A-6ter
DPR 380/2001 artt. 17 e 18