Tu sei qui

Pianificazione urbanistica

Approvata la Convenzione con la società Consorzio Cave Bologna Società Cooperativa per la conversione dell'impianto di via Zanardi L'area verrà trasformata in un parco urbano con sentieri e percorsi ciclabili

Creato il: 27/07/2022

Aggiornato il: 28/09/2022


Nella giornata di lunedì 11 luglio 2022 il Consiglio Comunale ha approvato la Convenzione che dovrà essere stiuplata tra il Comune di Bologna e la la società Consorzio Cave Bologna Società Cooperativa per la realizzazione delle opere di urbanizzazione consistenti nella sistemazione a verde dell'area ubicata in via Zanardi 526, oggi utilizzata per attività di prima lavorazione di materiali interti.

La convenzione gestirà i lavori di riconversione dell’impianto Zanardi in un parco, con un progetto di rinaturalizzazione che ha già ottenuto il parere favorevole della Soprintendenza dal punto di vista paesaggistico. Nel dettaglio il progetto prevede in una prima fase la demolizione degli edifici e strutture presenti nell'area e la rimozione del materiale che ha costituito il piano di posa degli impianti e della carrabilità interna. Si procederà quindi con la realizzazione del prato comprensivo di una rete di sentieri pedonali e ciclabili e la messa a dimora di una siepe sul lato nord del parco e di alberature all'interno dell'area. 

Il costo dei lavori di ripristino dell'area e di realizzazione del parco saranno a totale carico del soggetto attuatore.

Per ulteriori informazioni in merito allo stato di avanzamento del Procedimento si rimanda alla apposita scheda presente nella sezione Trasparenza.

Vai alla scheda in Trasparenza



Categorie: Pianificazione urbanistica

Realizzazione della sede regionale dell’Istituto Buddista Soka Gakkai. Avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R 24/2017 finalizzato all’approvazione del progetto definitivo. Deposito atti per osservazioni dal 31 Agosto 2022 al 30 Ottobre 2022

Creato il: 17/08/2022

Aggiornato il: 28/09/2022


Nella giornata di mercoledì 31 Agosto 2022, è stato avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R. 24/2017 volto all’approvazione del progetto definitivo per la realizzazione di una nuova attrezzatura\spazio collettivo di proprietà privata e di interesse pubblico sede regionale dell’Istituto Buddista Soka Gakkai.

Gli elaborati progettuali dell’intervento sono depositati per 60 giorni consecutivi, e precisamente dal 31 Agosto 2022 al 30 Ottobre 2022,  presso il Comune di Bologna – Ufficio di Piano - Torre A, piano 9° - Piazza Liber Paradisus, 10.

Entro domenica 30 Ottobre 2022 tutti i soggetti  interessati possono  presentare le proprie osservazioni mediante e-mail normale o pec, allegando scansione o fotocopia fronte e retro della Carta di Identità, in caso non si sia in possesso di firma digitale certificata, da inviare all’indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it

Per consultare gli elaborati progettuali e avere ulteriori informazioni in merito allo stato di avanzamento del Procedimento si rimanda alla apposita scheda presente nella sezione Trasparenza.

Vai alla scheda in Trasparenza



Categorie: Pianificazione urbanistica

New

Avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R 24/2017 per l’ampliamento del campeggio "Centro Turistico Città di Bologna", sito in Via Romita n. 12/4A

Deposito atti per osservazioni dal 28 Settembre 2022 al 27 Novembre 2022

Creato il: 28/09/2022

Aggiornato il: 28/09/2022


Nella giornata di venerdì 16 Settembre 2022 con determinazione dirigenziale PG 597721/2022 è stato avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R. 24/2017 volto all'approvazione, mediante Conferenza dei Servizi, dell’ampliamento della struttura ricettiva esistente adibita a campeggio denominata "Centro Turistico Città di Bologna", sita in Via Romita n. 12/4A

Gli elaborati progettuali dell’intervento sono depositati per 60 giorni consecutivi, dal 28 Settembre 2022 al 27 Novembre 2022, presso il Comune di Bologna – Ufficio di Piano - Torre A, piano 9° - Piazza Liber Paradisus, 10. 

Entro domenica 27 Novembre 2022 tutti i soggetti  interessati possono  presentare le proprie osservazioni mediante e-mail normale o pec, allegando scansione o fotocopia fronte e retro della Carta di Identità, in caso non si sia in possesso di firma digitale certificata, da inviare all’indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it

Per consultare gli elaborati progettuali e avere ulteriori informazioni in merito allo stato di avanzamento del Procedimento si rimanda alla apposita scheda presente nella sezione Trasparenza.

Vai alla scheda in Trasparenza



Categorie: Pianificazione urbanistica

New

Avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R 24/2017 per la localizzazione di un impianto di smaltimento e recupero rifiuti edilizi in via Cristoforo Colombo. 

Deposito atti per osservazioni dal 28 Settembre 2022 al 27 Novembre 2022

Creato il: 28/09/2022

Aggiornato il: 28/09/2022


Nella giornata di venerdì 9 Settembre 2022 con determinazione dirigenziale PG 564932/2022 è stato avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R. 24/2017 volto all'approvazione, mediante Conferenza dei Servizi, della localizzazione di un insediamento produttivo (impianto di smaltimento e recupero rifiuti edilizi e commercio all’ingrosso di materiale da costruzione) in via Cristoforo Colombo - angolo via Cà Rosa.

Gli elaborati progettuali dell’intervento sono depositati per 60 giorni consecutivi, dal 28 Settembre 2022 al 27 Novembre 2022, presso il Comune di Bologna – Ufficio di Piano - Torre A, piano 9° - Piazza Liber Paradisus, 10. 

Entro domenica 27 Novembre 2022 tutti i soggetti  interessati possono  presentare le proprie osservazioni mediante e-mail normale o pec, allegando scansione o fotocopia fronte e retro della Carta di Identità, in caso non si sia in possesso di firma digitale certificata, da inviare all’indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it

Per consultare gli elaborati progettuali e avere ulteriori informazioni in merito allo stato di avanzamento del Procedimento si rimanda alla apposita scheda presente nella sezione Trasparenza.

Vai alla scheda in Trasparenza

 



Categorie: Pianificazione urbanistica

New

Riqualificazione dell'Autostazione di Bologna (quartiere S. Stefano).  Avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della L.R 24/2017 finalizzato all’approvazione del progetto definitivo.

Deposito atti per osservazioni dal 6 Luglio 2022 al 4 Settembre 2022

Creato il: 05/07/2022

Aggiornato il: 04/08/2022


Nella giornata di mercoledì 6 Luglio 2022, è stato avviato il Procedimento unico di cui all'art.53 della Lr 24/2017 volto all’approvazione del progetto definitivo di Riqualificazione dell'Autostazione di Bologna. 

Il progetto, finanziato dal Comune con un prestito fruttifero di 7,5 milioni di euro alla Società Autostazione, ha l’obiettivo di rigenerare la struttura esistente, diminuire i consumi energetici ed integrare le aree di accesso, transito e sosta con nuovi strumenti tecnologici, assicurando un elevato livello di fruibilità e coesione con il territorio circostante.

Gli elaborati progettuali dell’intervento sono depositati per 45 giorni consecutivi dal 6 Luglio 2022 al 20 Agosto 2022  per 60 giorni consecutivi, decorrenti dalla data di pubblicazione del Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna n. 210 del 6/7/2022 periodico (Parte Seconda), e precisamente dal 6 luglio 2022 al 4 settembre 2022 presso il Comune di Bologna – Ufficio di Piano - Torre A, piano 9° - Piazza Liber Paradisus, 10, e sono liberamente consultabili nella sezione Trasparenza - Pianificazione e governo del Territorio al seguente link: ....

Entro domenica 4 settembre 2022 tutti i soggetti  interessati possono  presentare le proprie osservazioni mediante e-mail normale o pec, allegando scansione o fotocopia fronte e retro della Carta di Identità, in caso non si sia in possesso di firma digitale certificata, da inviare all’indirizzo: urbanistica@pec.comune.bologna.it

Per ulteriori informazioni in merito allo stato di avanzamento del Procedimento si rimanda alla apposita scheda presente nella sezione Trasparenza. 

Vai alla scheda in Trasparenza.



Categorie: Pianificazione urbanistica

New

Aggiornato il progetto di ristrutturazione e ammodernamento dello Stadio Renato Dall’Ara.

Individuata l’area per lo stadio temporaneo.

Creato il: 04/08/2022

Aggiornato il: 04/08/2022

 

Nella giornata di venerdì 29 luglio, con delibera di Giunta PG 468917/2022, il Comune ha preso atto dell’integrazione presentata da Bologna Stadio Spa alla proposta di ristrutturazione e ammodernamento dello Stadio Renato Dall’Ara, attualmente in attesa della determinazione conclusiva della Conferenza di Servizi.

L’integrazione, oltre a rivedere il Piano economico-finanziario del progetto alla luce dell’incremento del costo di costruzione che ha colpito tutto il settore dell'edilizia pubblica e privata, prevede la costruzione e gestione di un impianto da adibire a stadio temporaneo per ospitare le partite di serie A durante i lavori di ristrutturazione. Il nuovo Piano economico-finanziario tiene quindi anche conto dei costi e dei ricavi derivanti dal nuovo stadio temporaneo quale elemento che contribuisce alla stabilità finanziaria complessiva del progetto. 

Il nuovo stadio temporaneo verrà realizzato nell’area ex Asam di proprietà comunale, situata nei pressi di Fico, e avrà una capienza di 16.000 posti, di cui 3.000 coperti. I costi di costruzione saranno interamente a carico della società Bologna Stadio Spa. 

Per un primo periodo di circa due anni, in contemporanea con i lavori di ammodernamento dello Stadio Dall’Ara, l’impianto temporaneo sarà utilizzato dal Bologna Football Club (BFC) per le partite casalinghe di Serie A della prima squadra. Per un periodo successivo di dieci anni, l’impianto sarà gestito ancora dalla società BFC, con una capienza ridotta a soli 3.000 posti, per le attività sportive della squadra femminile e della squadra Primavera. 

Alla scadenza della concessione decennale l’impianto entrerà nella piena disponibilità del Comune e della città: verrà utilizzato per attività sportive outdoor, oltre che per manifestazioni ed eventi compatibili con la capienza della struttura.

La proposta prevede infine la stipulazione di intese con le attività commerciali che gestiscono l’area CAAB-Fico per la creazione di sinergie per l’utilizzo dei parcheggi nelle giornate di gara, la fornitura di servizi di ristorazione, la previsione di servizi e convenzioni per gli abbonati al BFC e la disponibilità di spazi per il BFC Museum e il relativo store.

La delibera, esecutiva da lunedì 1 agosto 2022, è pubblicata nella sezione Trasparenza - Pianificazione e governo del territorio.

Vai alla scheda in Trasparenza.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Realizzazione di un nuovo Ponte sul fiume Reno finalizzato alla connessione tra le località Santa Viola e Birra Indetta la Conferenza di servizi decisoria

Creato il: 12/05/2022

Aggiornato il: 27/07/2022


Con Determinazione Dirigenziale PG  202699/2022 del 29/04/2022 il Comune di Bologna ha indetto la Conferenza di servizi  per la realizzazione di un nuovo Ponte sul fiume Reno, attrezzato anche di pista ciclabile, di collegamento tra via del Triumvirato e via del Chiù, finalizzato alla connessione tra le località Santa Viola e Birra e avviato il procedimento, ai sensi dell'art 53 L.R. 24/2017, finalizzato alla localizzazione dell’opera con contestuale adeguamento della Tavola dei Vincoli, all’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, all’approvazione del progetto definitivo e dichiarazione di pubblica utilità dell’opera.

Il progetto rientra tra gli intereventi previsti dall'Accordo sottoscritto il 15 aprile 2016 fra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Emilia-Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna e Società Autostrade per l’Italia Spa per il potenziamento in sede del sistema autostradale tangenziale del nodo di Bologna, successivamente integrato nel 2019, che prevede, oltre all'ampliamento in sede sia della A14 che della tangenziale, il cosiddetto Passante di Nuova Generazione di Bologna, anche la  realizzazione di opere sul territorio di adduzione al suddetto sistema autostradale/tangenziale. Tra i vari contributi emersi dalla fase di confronto pubblico tenutasi nel 2016, per la quale è stato istituito un Comitato di monitoraggio tecnico scientifico, coordinato dal Ministero e composto da rappresentanti dei vari soggetti firmatari dell'Accordo,  è stata  infatti valutata strategica per l'accesso da ovest al centro  della città  la viabilità di collegamento tra via del Triumvirato e via del Chiù attraverso la realizzazione di un nuovo ponte sul fiume Reno, attrezzato anche di pista ciclabile, che consenta la connessione tra i quartieri Santa Viola e Birra.

 

Il Progetto

L'intervento si colloca a sud della linea ferroviaria alta velocità (cd. A.V.) in prossimità dell'attraversamento del fiume Reno, e permetterà di realizzare un collegamento tra via del Triumvirato e via del Chiù dotato anche di pista ciclabile, che consentirà la connessione tra i quartieri Santa Viola e Birra.
La lunghezza complessiva del collegamento sarà di circa 715 metri, mentre il ponte vero e proprio sarà ad 8 campate ed avrà una lunghezza di circa 350 metri.
La sezione stradale avrà una corsia per senso di marcia di 3,50 metri, due piste ciclabili monodirezionali in carreggiata della larghezza di 2 metri e due marciapiedi della larghezza di 1,50 metri.

Per maggiori informazioni circa lo stato di avanzamento dei lavori previsto e l'iter di approvazione si rimanda alla pagina dedicata pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Bologna al seguente link: Pagina progetto

Per consultare gli elaborati relativi alla sola localizzazione urbanistica del'intervento si rimanda invece alla scheda dedicata presente nella sezione Trasparenza del sito di Dipartimento: Scheda Trasparenza



Categorie: Pianificazione urbanistica

Approvata una modifica dell'atto integrativo stipulato il 3/12/2009 per il rimborso spese al Consorzio Mercato Navile delle opere di urbanizzazione primaria e della centrale di trigenerazione nel Comparto R5.2 Navile.

Creato il: 06/06/2022

Aggiornato il: 27/07/2022


Nella giornata di martedì 31 maggio 2022 la Giunta comunale ha approvato con Delibera PG 348917/2022, Repertorio DG/154/2022, Proposta DGPRO/198/2022 una ulteriore modifica dell'Atto integrativo stipulato in data 03/12/2009 (N. 5035/3371), con riferimento alle modalità di rimborso spese al Consorzio Mercato Navile per la realizzazione nel Comparto R5.2 Navile di tutte le opere di urbanizzazione primaria e della centrale di Trigenerazione. 

La modifica approvata prevede l'inserimento di un’ulteriore tranche di acconto, al raggiungimento di almeno il 75% delle opere collaudate per la realizzazione nel comparto R5.2 Navile di tutte le opere di urbanizzazione primaria e della centrale di trigenerazione e un aggiornamento relativo alle somme già corrisposte e da corrispondere al Consorzio Mercato Navile, attraverso la modifica dell’articolo 3 del medesimo Terzo Accordo “Determinazione e quantificazione definitiva delle somme da rimborsare al consorzio per opere di urbanizzazione primaria e per la centrale di trigenerazione.

La Delibera, esecutiva da martedì 31 maggio 2022 è pubblicata nella sezione Trasparenza - Pianificazione e governo del territorio.

Vai alla scheda in Trasparenza.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Aggiornamento della valutazione di alcuni edifici di interesse storico architettonico, culturale o testimoniale presenti sul territorio comunale.

Creato il: 06/06/2022

Aggiornato il: 27/07/2022

 

Nella giornata di lunedì 30 maggio 2022 il Consiglio comunale ha approvato con Delibera di Consiglio PG 350124/2022 l'aggiornametno della valutazione di alcuni edifici di interesse storico architettonico, culturale o testimoniale ai sensi dell'art. 32 comma 8 della Legge Regionale 24/2017 presenti sul territorio comunale; contestualmente a detto aggiornamento il Consiglio ha approvato con medesima Delibera la modifica e l'aggiornamento della Tavola dei Vincoli, come disciplinato dall'art. 37 comma 5 della Legge Regionale.

La Legge Regionale 24/2017 stabilisce infatti che sia di competenza del Piano Urbanistico Generale ad individuare gli edifici che presentano  un particolare interesse storico, architettonico, culturale o testimoniale, specificando per ognuno gli interventi di recupero ammissibili, gli elementi architettonici da salvaguardare, le modalità di intervento e i materiali che possono essere utilizzati. 

La procedura di rettifica della valutazione dell'interesse degli edifici di valore storico-architettonico e culturale e testimoniale, disciplinata dal punto  0.2h "Aggiornamento del Piano" del PUG e specificata dalle Disposizioni Organizzative Urbanistiche approvate con delibera di Giunta del 28/09/2021 PG. 430532/ 2021, e prevede che l'avvio del procedimento per il riconoscimento di ulteriori edifici di interesse o per l’aggiornamento delle valutazioni, iniziato su istanza di parte o d’ufficio, si concluda con una delibera di consiglio.

Gli immobili oggetto di valutazione di interesse sono stati i seguenti:

  1. via Boiardo, 21/63
  2. via della Certosa,18
  3. via Massarenti, 9 - padiglione 21
  4. via Massarenti, 9 - padiglione 7
  5. via Pier De’ Crescenzi 16-18-20
  6. via Pier De’ Crescenzi 22-24-26
  7. via Pier De’ Crescenzi 30-32-34
  8. Via Pier De’ Crescenzi 36-38-40
  9. Via Innocenzo Malvasia 23-25-27
     

La Delibera, esecutiva dal 1 Giugno 2022 è pubblicata nella sezione Trasparenza - Pianificazione e governo del territorio.

Vai alla scheda in Trasparenza. 



Categorie: Pianificazione urbanistica

Pillole dall'urbanistica Una rassegna degli ultimi atti approvati dall'Amministrazione in materia di urbanistica

Creato il: 16/06/2022

Aggiornato il: 27/07/2022


Si propone di seguito una rapida rassegna degli ultimi atti approvati dall'Amministrazione in tema di urbanistica e trasformazione della città. Per eventuali approfondimenti relativi ai singoli interventi si rimanda alle singole schede presenti nella sezione Trasparenza - Pianificazione e Governo del Territorio, dalle quali è possibile consultare i testi degli atti e scaricarne gli allegati parte integrante. 
 

  1. Modifica all' articolo 5 della Convenzione stipulata con Costruzioni Edili Zucchini S.p.A.  per la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria comparto ex Sasib via di Saliceto
    Come già riportato nell'analoga notizia pubblicata lo scorso maggio, la Giunta comunale ha approvato in data 10 maggio 2022 la delibera PG 223806/2022 con la quale è stata approvata la modifica dell'art. 5 della convenzione stipulata con Costruzioni Edili Zucchini S.p.A. per la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria e secondaria nel comparto denominato Ex Sasib, in via di Corticella - via di Saliceto, al fine di disciplinare l'obbligo di realizzazione ERS.
    Con Determina Dirigenziale PG 330573/2022 del 23 maggio 2022  è stata autorizzata la sottoscrizione della convenzione modificativa approvata con la delibera di Giunta P.G.N 223806/2022 ed è stato approvato  lo schema di atto unilaterale d’obbligoche il soggetto attuatore dovrà sottoscrivere successivamente alla stipula della convenzione. 
    Per ulteriori informaizoni si rimanda alla apposita scheda pubblicata in Trasparenza >>

     
  2. Ratifica del Consiglio Comunale alla conclusione della Conferenza di Servizi art. 53 per la realizzazione di una mensa aziendale all'interno del complesso produttivo Toyota in via Persicetana Vecchia n.10
    Con Delibera PG 375175/2022 del 13 Giugno 2022 il Consiglio Comunale ha ratificato l'avvenuta conclusione positiva della Conferenza di Servizi decisoria ex art. 14, c. 2 L. 241/1990 relativa al Procedimento Unico art. 53 LR 24/2017 indetto per l'approvazione del progetto definitivo comportante localizzazione dell'opera in variante alla pianificazione territoriale vigente denominato “localizzazione all'interno del complesso produttivo esistente di proprietà di TOYOTA MATERIAL HANDLING MANUFACTURING ITALY S.P.A di un nuovo fabbricato ad uso mensa aziendale - C1, con richiesta contestuale di titolo edilizio, in via Persicetana Vecchia n. 10
    La Determina di conclusione positiva della Conferenza di Servizi sarà esecutiva a partire dal 22 Giugno 2022, data in cui l'avviso di avvenuta conclusione della Conferenza sarà pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna. 
    Per ulteriori informaizoni si rimanda alla apposita scheda pubblicata in Trasparenza >>

     
  3. Proroga del termine di inizio lavori del PdC rilasciato ad Italgestioni e Servizi Srl con atto PG n. 255355/2018 ai sensi del comma 3bis art. 19 della Legge Regionale 15/2013
    La Delibera, approvata dal Consiglio comunale con PG 375174/2022 del 13 Giugno 2022, riguarda la  concesione di proroga dell’inizio dei lavori di un permessio di costruire già rilasciato per la realizzazione di un albergo in zona quartiere fieristico – via Michelino, che per motivi legati a fattori esterni (emergenza sanitaria in primis, a cui si sono aggiunti problemi legati al costo delle materie prime ad oggi) ha portato la società attuatrice a richiedere una proroga al 29/06/2023, rispetto all’inizio dei lavori, che per la normativa vigente, che ha già tenuto conto di altri proroghe ope legis, sarebbe dovuta avvenire entro giugno 2022.
    Per ulteriori informaizoni si rimanda alla apposita scheda pubblicata in Trasparenza >>

     
  4. Proroga del termine di inizio lavori del PdC rilasciato a Granarolo SpA con atto PG n. 444766/2018 ai sensi del comma 3bis art. 19 della Legge Regionale 15/2013
    La Delibera, approvata dal Consiglio comunale con PG 375171/2022 del 13 Giugno 2022, riguarda la  concesione di proroga dell’inizio dei lavori di un permessio di costruire già rilasciato per la realizzazione di un ampliamento dello stabilimento della Granarolo spa in via Cadriano, che per motivi legati a fattori esterni (emergenza sanitaria in primis, a cui si sono aggiunti problemi legati al costo delle materie prime ad oggi) ha portato la società attuatrice a richiedere una proroga al 29/06/2023, rispetto all’inizio dei lavori, che per la normativa vigente, che ha già tenuto conto di altri proroghe ope legis, sarebbe dovuta avvenire entro giugno 2022.
    Per ulteriori informaizoni si rimanda alla apposita scheda pubblicata in Trasparenza >>

     
  5. Formalizzazione della partecipazione della Città di Bologna al Bando internazionale C.40 "Reinventing cities" edizione 2022.
    Come già riportato nell'analoga notizia pubblicata lo scorso maggi, con Delibera di Giunta PG 208900/2022 del 3 Maggio 2022 è stata approvata la partecipazione del Comune di Bologna al bando “Reinventing Cities A global competition for zero-carbon and resilient urban projects” e sono state individuate le aree “Ambito FS Ravone-Prati” e “Quadrilatero” ritenute meritevoli di partecipazione.
    Con Determinazione Dirigenziale PG 373263/2022 del 14 Giugno 2022  sono stati approvati i documenti con i requisiti specifici di sito (Specific Site Requirements - SSR) relativi alle aree “Ambito FS Ravone-Prati” e “Quadrilatero” propedeutici alla partecipazione al bando “Reinventing Cities A global competition for zero-carbon and resilient urban projects”.
    Per ulteriori informaizoni si rimanda alla apposita scheda pubblicata in Trasparenza >>

 



Categorie: Pianificazione urbanistica