Tu sei qui

Pianificazione urbanistica

Piano Urbanistico Generale - Cosa puoi fare per contribuire

Creato il: 27/05/2020

Aggiornato il: 27/05/2020


Il Piano Urbanistico Generale di Bologna è uno strumento normativo che individua le linee strategiche di trasformazione della città sul lungo periodo.

Tutti i tecnici e cittadini interessati possono contribuire attivamente al percorso di approvazione della proposta di Piano attraverso i diversi canali messi a disposizione dall’Amministrazione per raccogliere osservazioni, idee, proposte ed esperienze volte a migliorarne e integrarne i contenuti.

Per contribuire è possibile:

  1. presentare osservazioni sui contenuti della proposta di Piano Urbanistico Generale e sul documento di Valsat fino alla ore 12.30 di mercoledì 15 luglio 2020. Le modalità di presentazione delle osservazioni sono riportate nella sezione Osservazioni alla Proposta di Piano;
     

  2. utilizzare il Modulo online presente nella sezione Informazioni e Faq per chiedere ulteriori informazioni o chiarimenti in merito a uno o più contenuti della Proposta di Piano;
     

  3. inviare i propri contributi attraverso il “Quaderno degli attori”, uno spazio digitale per alimentare il dibattito pubblico e restituire punti di vista molteplici sugli sviluppi futuri della città. I contributi inviati vengono raccolti e pubblicati dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana, in continuità con il processo di ascolto e partecipazione svolto sul territorio negli ultimi anni;
     

  4. rimanere aggiornati sugli eventi e gli incontri tematici incentrati sul Piano Urbanistico Generale organizzati dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana e ripercorrere il percorso svolto fino ad oggi.

     



Categorie: Pianificazione urbanistica

Adottata Variante grafica e normativa al Piano Particolareggiato R5.2 NAVILE “Ex mercato ortofrutticolo”

Deposito per osservazioni dal 27/05/2020 al 27/07/2020

Creato il: 06/05/2020

Aggiornato il: 27/05/2020


Nella giornata di lunedì 4 maggio 2020 il Consiglio Comunale ha adottato con Delibera P.G. n. 173191/2020 la Variante grafica e normativa al Piano Particolareggiato di iniziativa pubblica R5.2 NAVILE “Ex mercato ortofrutticolo”.

Con la presente variante l’Amministrazione punta a rilanciare l’attività del comparto mediante l’inserimento di usi di progetto insediabili ed aggiuntivi rispetto a quelli attualmente previsti nei lotti inedificati o attuati ma non completati e attraverso un riequilibrio delle funzioni previste che ha come obiettivo il raggiungimento di una maggiore complessità funzionale.

Considerata la crescente richiesta di posti letto che sta interessando il mercato immobiliare della città negli ultimi anni, risulta opportuno consentire di realizzare all’interno del comparto R5.2 NAVILE alloggi per studenti e funzioni direzionali, mediante l'integrazione degli usi già previsti con i seguenti usi di nuova previsione identificati dal vigente RUE all’art. 28 con: (1b) abitazioni collettive e (5a) accoglienza in strutture ricettive e alberghiere.

La centralità del comparto rispetto allo sviluppo della stazione alta velocità e dell’aeroporto G. Marconi, prossimo al collegamento con la stazione attraverso il People Mover, mette inoltre lo stesso in situazione privilegiata per poter accogliere destinazioni terziarie che, attraverso un bilanciato mix funzionale di usi, può creare le condizioni per un rilancio dell'attività complessiva del comparto.

La variante adottata apporta delle modifiche ad alcuni degli articoli delle norme tecniche di attuazione del Piano e alla relativa scheda dei vincoli, nonchè alla tavola 21 del Piano Particolareggiato.
 

Deposito per osservazioni

La Variante, resterà depositata dal 27 maggio 2020 al 27 luglio 2020,  presso il Settore Servizi per l’Edilizia – U.I. Sportello Unico per l’Edilizia, Piazza Liber Paradisus n.10, Torre A, 4° piano.

Chiunque può presentare osservazioni sui contenuti della variante entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione, ovvero fino alle ore 12,30 del 27 luglio 2020.

La Delibera, comprensiva degli elaborati, è disponibile per la consultazione sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.

La modalità per prendere visione dei documenti e per presentare eventuali osservazioni sono riportate nell'avviso di deposito.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Autorizzato il deposito della variante grafica al Piano Urbanistico Attuativo (PUA) di via Terracini

Deposito per osservazioni dal 18/05/2020 al 17/07/2020 

Creato il: 14/05/2020

Aggiornato il: 19/05/2020


Con Determinazione dirigenziale P.G. n. 179854/2020 il Direttore del Settore Ufficio di Piano ha autorizzato il deposito della Variante grafica al Piano Urbanistico Attuativo (PUA) di iniziativa privata area ad est di via Terracini, facente parte dell’ambito di trasformazione misto Bertalia – Lazzaretto, approvato dalla Giunta comunale con deliberazione P.G. n. 313357/2015 del 20 ottbre 2015.

Il PUA vigente individua due lotti di intervento:

       - il Lotto 1, di proprietà del Comune di Bologna, destinato alla realizzazione dell’edificio per il nuovo centro di produzione pasti;

       - il Lotto 2, di proprietà della società Spesa Intelligente S.p.A. , destinato all’edificazione degli edifici per gli usi commerciali e terziari ivi ammessi.

Il parere di conformità espresso dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco prescrive il rispetto di di una distanza di sicurezza esterna minima di ml 10,00 dal perimetro del fabbricato del Centro Produzione Pasti, vincolando di conseguenza il posizionamento degli edifici commerciali sul lotto di proprietà privata.

Nel mese di febbraio 2020 Spesa Intelligente S.p.A. ha reso noto all’Amministrazione l’esigenza di  realizzare un edificio ad uso commerciale a pianta rettangolare avente larghezza non compatibile con l’attuale sagoma di massimo ingombro dell’edificato.

In data 21 febbraio 2020 la proprietà ha trasmesso al Comune di Bologna la richiesta di Variante grafica P.G. n. 81151/2020. La variante proposta prevede il prolungamento di ml 6,00 della sagoma di massimo ingombro dell’edificato privato verso nord-ovest, mantenendo invariate le dotazioni territoriali complessive, le superfici utili e l’assetto complessivo del Piano.

 

Deposito per osservazioni

La Variante, resterà depositata dal 18 maggio 2020 al 17 luglio 2020,  presso il Settore Servizi per l’Edilizia – U.I. Sportello Unico per l’Edilizia, Piazza Liber Paradisus n.10, Torre A, 4° piano.

Chiunque può presentare osservazioni sui contenuti della variante entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione, ovvero fino alle ore 12,30 del 17 luglio 2020.

La Delibera, comprensiva degli elaborati, è disponibile per la consultazione sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.

La modalità per prendere visione dei documenti e per presentare eventuali osservazioni sono riportate nell'avviso di deposito.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Bonus Facciate 2020: approvata la Tabella di assimilazione degli ambiti di PSC e RUE

Creato il: 08/04/2020

Aggiornato il: 16/04/2020


La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto il “bonus facciate”, una detrazione dell’imposta lorda delle spese sostenute per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zone già edificate o parzialmente edificate.

Gli interventi che possono usufruire del bonus previsto sono quelli ubicati in zona A o B ai sensi del Decreto Ministeriale 1444/1968.

Al fine di consentire l’individuazione delle Zone A e B indicate dal D.M. richiamato dalla Legge di Bilancio 2020 il Consiglio Comunale ha approvato con P.G. n. 139422/2020 la Tabella di assimilazione degli ambiti di PSC e RUE alle zone omogenee previste dal D.M. 1444/1968.

Le persone interessate ad usufruire del bonus facciate possono verificare in autonomia, consultando le mappe interattive e la Tabella di assimilazione, il possesso del requisito relativo all’ubicazione in zona omogena A o B del proprio immobile.

La Tabella, comprensiva di tutte le informazioni su come richiedere il “bonus facciate”, è pubblicata nella sezione Scrivania - Come fare per - Ottenere Informazioni - Bonus facciate, verifica Ambiti di PSC e RUE.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Approvata la Variante II al POC “Attrezzature e industrie insalubri”

Acquisizione tramite perequazione urbanistica dell’area denominata “ex vivaio Gabrielli”

Creato il: 08/04/2020

Aggiornato il: 08/04/2020


Nella giornata di lunedì 6 aprile 2020 il Consiglio Comunale, con Delibera P.G. n. 139419/2020, ha approvato la Variante II al Piano Operativo Comunale “Attrezzature e industrie insalubri” al fine di acquisire tramite perequazione urbanistica l’area denominata ex vivaio Gabrielli posta tra le vie della Certosa e delle Tofane.

La variante in oggetto prevede:

  1.  la cessione a favore del Comune di Bologna, tramite perequazione urbanistica, di un'area posta tra le vie della Certosa e delle Tofane e già sede di un’attività vivaistica dismessa, l’ex vivaio Gabrielli, comprendente anche una palazzina posta in angolo presso il canale di Reno, a fronte del        riconoscimento di una capacità edificatoria pari a 2.004 mq di Su, da localizzare nel lotto contiguo di proprietà del soggetto proponente (EDILBO);
  2. la monetizzazione del lotto su cui allocare i diritti edificatori maturati dalla cessione dell’area, e riservati all’Amministrazione, per la realizzazione di interventi di edilizia residenziale sociale.

Sull’area acquisita verranno realizzate dotazioni territoriali; la destinazione finale verrà decisa sulla base delle esigenze e del contesto urbano del tempo.

La Delibera e gli elaborati sono disponibili per la consultazione sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio

La variante entra in vigore dalla data di pubblicazione sul BUR dell’avviso di avvenuta approvazione della stessa.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Approvato il protocollo d'intesa per la realizzazione della fascia boscata a nord dell'Aeroporto.

Creato il: 22/01/2020

Aggiornato il: 04/03/2020

Nella giornata di lunedi 20 gennaio 2020 il Consiglio comunale, con Delibera PG n. 29442/2020, ha espresso parere favorevole all'aggiornamento del Masterplan dell'Aeroporto G. Marconi al 2030 e al progetto definitivo per la realizzazione della fascia boscata a nord dell'aeroporto comprensiva di percorso ciclabile.

Contestualmente è stato approvato il protocollo d'intesa per il trasferimento della proprietà delle aree necessarie per la realizzazione della suddetta fascia boscata e le conseguenti modifiche agli articoli 2 e 3 dell'accordo territoriale attuativo sottoscritto nel 2015 per la decarbonizzazione dell'aeroporto.

Il nuovo Masterplan aggiornato con orizzonte 2030 prevede:

       -  un ampliamento per fasi del terminal esistente invece della realizzazione di una nuova aerostazione;

       -  una maggiore offerta di parcheggi per l'utenza;

       -  un incremento delle attività volte a garantire idonei livelli di servizio ai passeggeri;

       -  una migliore localizzazione delle piazzole per aeromobili e il potenziamento dell'area cargo situata a ovest dell'aeroporto.

Sono inoltre previsti una serie di interventi di mitigazione ambientali, tra cui la realizzazione di una fascia boscata nell'area a nord dell'aeroporto comprensiva di una nuova pista ciclcabile tra la stazione SFM Bargellino e le aree urbanizzate di Lippo e San Vitale di Reno.

La delibera, esecutiva da martedi 21 gennaio 2020, e gli allegati parte integrante sono disponibili sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Adottata variante al POC "Attrezzature e Industrie Insalubri"

Creato il: 13/02/2020

Aggiornato il: 04/03/2020


Nella giornata di lunedì 10 febbraio 2020 il Consiglio comunale ha adottato, con Delibera PG n. 63847/2020, una variante al Piano Operativo Comunale "Attrezzature e Industrie Insalubri" al fine di procedere alla perequazione urbanistica di un'area adiacente al cimitero di Borgo Panigale.

La perequazione in questione rientra in uno schema generale più ampio di riassetto dell'area adiacente al cimitero di Borgo Panigale che interessa anche un'altra area privata limitrofa di proprietà della società Minerolea S.r.l., già compresa in un Piano Particolareggiato in attuazione, e che prevede:

       -  l'acquisizione da parte dell'Amministrazione mediante perequazione della maggior parte dell'area attualmente di proprietà di Edilforme S.r.l.

       -  la permuta tra l'area già di proprietà del Comune (adiacente alle due aree private) e quella di proprietà della società Minerolea S.r.l.

Le trasformazioni territoriali previste dal progetto consentiranno all'Amministrazione di ampliare le dotazioni di verde pubblico attrezzato adiacenti al cimitero di Borgo Panigale a fronte di una edificazione nelle aree private ai margini dell'area già urbanizzata.

La delibera, esecutiva da martedì 11 febbraio, e gli allegati parte integrante sono disponibili per la consultazione sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Adeguamento meramente ricognitivo della tavola dei vincoli e della scheda dei vincoli

Recepiti aggiornamenti normativi e precisazioni di carattere materiale ai sensi della LR 24/2017

Creato il: 12/02/2020

Aggiornato il: 12/02/2020


Nella giornata di lunedì 10 febbraio 2020 il Consiglio comunale ha approvato, con Delibera P.G. n. 63845/2020, l'adeguamento della Tavola dei vincoli e della Scheda dei vincoli alla documentazione urbanistica approvata dall'Amministrazione comunale, al fine di mettere a disposizione di cittadini e professionisti le informazioni aggiornate sui vincoli e le prescrizioni che incidono sulle possibilità di trasformazione del territorio

Questo adeguamento, di carattere meramente ricognitivo, ha anche recepito alcuni aggiornamenti normativi, oltre a mere precisazioni e correzioni di carattere materiale, ai sensi dell'art. 37 della L.R. 24/2017.

La delibera e gli allegati parte integrante sono disponibili per la consultazione sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.

 



Categorie: Pianificazione urbanistica

Nodo di Rastignano: approvato il progetto definitivo del 2° Lotto di Completamento

Creato il: 16/01/2020

Aggiornato il: 16/01/2020

 

Nella giornata di lunedì 13 gennaio 2020 il Consiglio comunale, con Delibera PG. n. 15699/2020, ha espresso parere favorevole, ai sensi dell'art. 53 della LR 24/2017, in merito al progetto definitivo per la realizzazione del 2° Lotto di Completamento della Variante alla S.P. 65 della Futa in variante alla pianficazione territoriale vigente.

Il provvedimento prevede:

  • l’apposizione dei vincoli preordinati all'esproprio sulle aree interessate;
  • l’adeguamento delle fasce di rispetto stradale individuate nella Tavola dei vincoli;
  • l’approvazione del progetto definitivo e dichiarazione di pubblica utilità dell'opera.

Il progetto definitivo del secondo lotto funzionale riguarda un tratto di strada lungo circa 1,5 km, che va dallo svincolo di Rastignano fino alla Fondovalle Savena, in località ponte delle Oche nel Comune di Pianoro, e rientra tra gli interventi di completamento della rete viaria previsti dall’Accordo per il Potenziamento del sistema autostradale e tangenziale di Bologna.

Contestualmente alla realizzazione della tratta stradale sono previsti interventi di mitigazione dell’impatto acustico e ambientale dell’opera mediante la realizzazione di barriere acustiche lungo la nuova viabilità e interventi di valorizzazione e salvaguardia delle biodiversità presenti nell’area dell’intervento.

La delibera, esecutiva da martedi 14 gennaio 2020, e i relativi allegati sono disponibili sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.



Categorie: Pianificazione urbanistica

Parere favorevole alla localizzazione del nuovo Polo Dinamico

Situato in via Zacconi in variante alla pianificazione territoriale vigente

Creato il: 13/12/2019

Aggiornato il: 13/12/2019

Nella giornata del 09/12/2019 il Consiglo comunale, con Delibera PG. n. 551036/2019, ha espresso parere favorevole in merito alla localizzazione e al progetto definitivo per la realizzazione di un nuovo Polo scolastico dinamico in via Zacconi, ai sensi della L.R. 24/2017 e nell'ambito della Conferenza di servizi indetta dalla Città metropolitana di Bologna.

Il progetto, in carico alla Città metropolitana di Bologna, si propone di rispondere alla necessità di nuovi spazi didattici che si è manifestata negli ultimi anni a seguito dell'incremento delle iscrizioni agli Istituti della città.

Al fine di venire incontro alle esigenze dei vari Istituti bolognesi si è deciso di procedere alla realizzazione di un nuovo Polo scolastico definito "dinamico" in quanto utilizzabile da più istituti contemporaneamente a seconda delle rispettive necessità.

Il nuovo Polo scolastico, realizzato in via Zacconi nell'area adiacente alla zona sportiva del Liceo Copernico consentirà di ospitare al masismo della capienza circa 960 studenti e comprenderà oltre alle aule e agli uffici destinati al personale scolastico anche una biblioteca e sette aule dedicate ai laboratori.

La delibera con i relativi allegati è disponibile sul sito web del Comune di Bologna nella sezione Amministrazione Trasparente – Pianificazione e Governo del Territorio.

 



Categorie: Pianificazione urbanistica