Tu sei qui

FAQ - Tipi di intervento

Il cambio di destinazione d’uso senza opere può essere attuato con presentazione di CILA?

Creato il: 13/02/2018
Aggiornato il: 13/02/2018

Il mutamento della destinazione d’uso senza opere può avvenire fra funzioni appartenenti alla stessa categoria funzionale o verso funzioni appartenenti a categorie aventi un minore carico urbanistico. In tali casi il cambio, potrà attuarsi nell’ambito dell’attività di edilizia libera, con la presentazione di una CILA, come previsto dall’articolo 7 comma 4 lettera c) della LR 15/2013.
Se il mutamento della destinazione d’uso senza opere comporta un aumento del carico urbanistico, in tal caso è richiesta la presentazione di  una SCIA, come previsto dall’articolo 13 comma 1, lettera e) della LR 15/2013.
Si ricorda che il cambio di destinazione d’uso (anche senza aumento di carico urbanistico) con opere, che esulino dalla manutenzione ordinaria, è soggetto a deposito di SCIA



Il cambio d'uso verso uso abitativo (1a) è sempre ammesso in Ambiti Storici?

Creato il: 15/06/2017
Aggiornato il: 12/02/2018

No, nelle unità immobiliari di edifici cartografati come prospicienti le “Strade centralità e piazze”, che si sviluppano solamente al piano terra, non è ammesso il nuovo insediarsi dell'uso 1a come previsto all'art. 60 comma 2 lett. C del RUE. Questa limitazione non si applica nei quartieri giardino  per case mono e plurifamiliari.

 



Il cambio di destinazione d'uso con opere superiori alla manutenzione ordinaria è soggetto a SCIA?

Creato il: 15/06/2017
Aggiornato il: 12/02/2018

Sì, il cambio di destinazione d’uso (anche senza aumento di carico urbanistico) con opere che esulino dalla manutenzione ordinaria, è soggetto a deposito di SCIA.

 



Il cambio di destinazione d’uso senza opere può essere attuato con presentazione di CIL?

Creato il: 15/06/2017
Aggiornato il: 16/11/2017

Si, ma solamente se non si verifica aumento di carico urbanistico.

 


 



Come si determina l'incremento di carico urbanistico in caso di cambio d'uso?

Creato il: 15/06/2017
Aggiornato il: 12/02/2018

Ai sensi dell’art. 115 del RUE, si ha aumento di carico urbanistico quando è maggiore di 0 la differenza tra la somma delle dotazioni (PU+V) previste per l’uso di progetto e la somma delle dotazioni (PU+V) previste per l'uso esistente. L’aumento del carico comporta la monetizzazione delle dotazioni territoriali.

Nota: PU = Dotazioni a parcheggi pubblici per l'urbanizzazione; V = Dotazioni a verde pubblico